Tariffe impianti sportivi, il dirigente non si presenta, consiglio rinviato

Dopo una lunga serie di interventi, ad inizio seduta, in cui ex e neo presidenti delle commissioni hanno ringraziato i colleghi, facendo un bilancio dei due anni e mezzo (gli ex presidenti) e tracciando gli intenti per i prossimi anni (i neo presidenti), si è passati all’argomento della seduta, vale a dire le tariffe per l’uso degli impianti sportivi.

Nel precedente consiglio comunale era stata richiesta la presenza in aula del dirigente per chiarimenti.

Il dott. Bucolo, però non si presenta in consiglio comunale, e invia una lettera al consiglio in cui fa presente che la giunta con atto n. 209 del 30 novembre 2017 ha già deliberato la modifica tariffe per l’uso degli impianti sportivi, abbassandole come richiesto dal consiglio comunale in atto di indirizzo, per cui ritiene non più utile la sua presenza in consiglio ma comunica la propria “disponibilità a ricevere, durante le giornate lavorative ogni consigliere comunale che dovesse richiedere chiarimenti.”

2016-10-14_002414Midili si indigna e chiede un rinvio del consiglio per l’audizione del dirigente, a cui vorrebbe chiedere, ad esempio, perchè non vi è la piscina comunale tra le strutture sportive.

Ricorda che la piscina è da 4 anni in concessione a terzi e che grazie a tale concessione il Comune incassa annualmente un canone, che andrebbe considerato nel calcolo dei costi e ricavi delle strutture sportive. Considerando questi incassi si potrebbe ottenere un ulteriore abbassamento delle tariffe.

Alesci si dice esterrefatto del comportamento del dirigente che, dopo due inviti, invia una lettera e rifiuta di relazionare pubblicamente in consiglio.

Il presidente Gianfranco Nastasi, rinvia la seduta a giovedì 21 alle ore 19, l’ordine del giorno è sempre lo stesso, vale a dire poter chiedere al dirigente chiarimenti sulle tariffe per l’uso degli impianti sportivi di proprietà comunale.

image_pdfimage_print

Commenti chiusi