Gli Immobili del Molo Marullo non appartengono al Comune di Milazzo

E’ stato respinto il ricorso presentato dal Comune di Milazzo alla Corte di Appello di Messina, contro la sentenza di primo grado che negava la proprietà dei locali di Molo Marullo attualmente occupati dalla Capitaneria di Porto.

Gli immobili, a meno che l’amministrazione comunale non voglia ricorrere in Cassazione, sono quindi di proprietà dell’Autorità Portuale.

Peccato che a breve questa sarà accorpata a Gioia Tauro, che, con l’enorme debito che si ritrova, non vede l’ora di “fagocitare” tutto l’avanzo di cassa accumulato in oltre 15 anni di quasi immobilismo dall’Autorità Portuale di Messina – Milazzo.

A questo punto, tra un comune in dissesto e una Autorità Portuale che presto sarà “calabro centrica”, avremo poca speranza di vedere il Molo Marullo diventare cerniera tra il porto e il tessuto urbano.

Come proponeva l’arch. Vece “Il molo Marullo nella sua parte più esterna dovrebbe essere destinato e attrezzato per l’accoglienza del crocerismo, il resto dovrebbe essere ristrutturato per il diportismo e fruibile ai cittadini, con servizi, attività commerciali legate alla nautica, circolo velico potenziato, uffici informatici, servizi sanitari e locali esclusivamente legati alla nautica e alla conoscenza del mare”.

Tutte speranze, sempre più remote.

image_pdfimage_print

Commenti chiusi