Festa del Corpus Domini

luigi celebreIn passato la festa del Corpus Domini con relativa processione aveva luogo di Giovedì mattina.

Anche allora cadeva nella tarda primavera ,vigilia dell’estate.

Il clima che da noi è stato sempre clemente ed invidiabile contribuiva a dare maggiore solennità all’evento.

Un po’ tutti,quando eravamo ragazzi,siamo stati coinvolti come co-protagonisti perché in occasione della prima comunione abbiamo sfilato vestiti di bianco,con al braccio un fiocco ricamato che simboleggiava l’avvenuta comunione. Era per noi ragazzi la prima volta che indossavamo i pantaloni lunghi per cui ci sentivamo più grandi.

Era una festa bella ed ordinata con numerosa partecipazione.

La processione iniziava dalla Chiesa del Rosario che è posta al borgo.

Il baldacchino con il sacerdote che portava il “”Santissimo Sacramento”” era portato da quattro soci della più antica confraternita locale.

Era preceduto da tre bambini: uno raffigurante Gesù che portava un piccolo mappamondo,altro vestito da San Michele Arcangelo con la spada sguainata ed una bambina vestita come la Madonna.

A questi facevano corona altri bambini vestiti da angioletti.

Una volta toccò a Gianfranco Codraro,fratello del Codraro dell’atelier, di impersonare Gesù durante la processione.

Oltre ai ragazzi e ragazze che avevano fatto la prima comunione venivano incolonnate le orfanelle dell’Istituto Regina Margherita,i seminaristi del Convento di San Papino,i monaci dei conventi dell’Immacolata,di San Papino,di San Francesco di Paola,tutti i sacerdoti ed i rappresentanti di tutte le confraternite cittadine.

La lunga processione si snodava per le principali vie cittadine fra due ali di folla orante e si concludeva nella Chiesa di Santa Maria Maggiore.

In tutti i balconi delle vie attraversate venivano esposte le più belle coperte ricamati e damaschi.

corpus domini

image_pdfimage_print

Commenti chiusi