Castello di Milazzo: Interrogazione del consigliere comunale Antonio Foti

Il Consigliere comunale Antonio Foti ha presentato un’interrogazione relativa alle problematiche inerenti la Cittadella Fortificata.

 

Nello specifico si chiede se, l’attuale Amministrazione e l’assessorato ai BB.CC, intendano procedere al rinnovo dell’Atto di Concessione del Castello con l’Agenzia del Demanio, che andrebbe rinnovato entro e non oltre il termine di otto mesi prima della cessazione del rapporto concessorio. A quest’ultimo non può non collegarsi la questione relativa al rispetto degli stessi obblighi previsti dall’Atto di Concessione, in primo luogo quelli relativi all’art 9 e cioè il decoro e la manutenzione, insieme al Protocollo di Intesa tra il Comune di Milazzo e la Soprintendenza di Messina.

Una considerazione che andrebbe evidenziata è quella purtroppo di non aver affrontato nel corso della riunione sugli “Stati Generali del Castello”l’Atto di Concessione e gli obblighi derivanti dallo stesso senza dimenticare i contenuti e gli indirizzi previsti dal Protocollo di Intesa tra il Comune di Milazzo e la Soprintendenza di Messina (sancito in una Delibera di Giunta del 2012) che rappresentavano un buon punto di partenza. Non possiamo non prendere atto con profondo rammarico che, l’impostazione e l’idea degli “Stati Generali del Castello”, lanciata anche con un inspiegabile ritardo, si è drasticamente arenata prima ancora di cominciare. Sarebbe stato opportuno – dichiara il Consigliere comunale Antonio Foti – che questo percorso e processo partecipativo con le associazioni culturali cittadine non si fosse fermato. Un motore d’impulso e di idee per la valorizzazione dell’intero maniero, insieme alle varie progettualità, queste ultime cadute nel dimenticatoio. Tanti gli aspetti che si sarebbero dovuti affrontare – dichiara sempre Foti – molti dei quali nevralgici per il rilancio della cittadella fortificata

image_pdfimage_print

Commenti chiusi